Giovanni Lodigiani. La coscienza del soggetto agente nell’opera di Capograssi

Il filosofo del diritto Giuseppe Capograssi (1889-1956), direttore della “Rivista Internazionale di Filosofia del Diritto” negli anni 1939-1943 insieme ad A. Giannini, ha dedicato un’ampia parte della sua produzione scientifica all’indagine dell’esperienza giuridica e dell’esperienza morale. In tale indagine non mancò di analizzare l’uomo come soggetto agente. In particolare la considerazione del rapporto tra dimensione morale e dimensione giuridica e, in modo più approfondito, la relazione del giuridico con il metagiuridico1, che investe la categoria del diritto naturale, è finalizzata ad impostare tale analisi sotto una visuale ampia, al fine di consentire un approfondimento delle varie dimensioni del soggetto implicato e del suo essere, dagli elementi esteriori alle più profonde inclinazioni della sua stessa vita.

SCARICA IL PDF

La coscienza del soggetto agente nell’opera di Capograssi
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...