Mario Setta. Il volto scoperto

copertina-del-libro1. L’ultima Messa

Ho celebrato la mia ultima Messa il 7 aprile 1979. Di pomeriggio. Era il sabato precedente la Domenica delle Palme. Avevo quarantatré anni. Quella  domenica non ci furono i bambini a gridare “Osanna” con le palme d’ulivo tra le mani. Arrivarono  i carabinieri,  sul sa­grato della chiesa,  perché il nuovo prete potesse celebrare la Messa, in pace. Si temeva  qualche sommossa dei  parrocchiani.

Non ero presente. La sera del sabato ero tornato dai miei genitori, perché avevo trovato la porta della casa parrocchiale sprangata.  Si chiudeva così un periodo di nove anni, vissuto in una parrocchia nei dintorni di Sulmona. Piccole frazioni sotto il Morrone: Badia, Fonte d’Amore, Case Lupi,  San Pietro, Bagnaturo.  Non si chiudeva solo la mia esperienza di parroco. Si chiudeva definitivamente la mia vita di prete.

Da allora, sono passati più di trent’anni. Sto correndo verso i settanta­cinque e penso che sia utile  raccontarmi. Ambizione da vec­chi, forse.  Ma, anche, voglia di fare chiarezza a me stesso. Un bilan­cio. Una confessione sincera, spero. Un dono, che può essere accettato o rifiutato. (Edizioni Qualevita)

SCARICA IL PDF

Il volto scoperto
Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Mario Setta. Il volto scoperto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...